Pena di morte, a Rebibbia sciopero della fame

ROMA. Sciopero della fame oggi, in occasione della giornata europea contro la pena di morte, nel carcere romano di Rebibbia Nuovo complesso. Lo hanno organizzato i detenuti, come informa l'Associazione Antigone, per protestare contro la pena di morte e le condizioni di detenzione nelle carceri italiane, ma anche contro l'ergastolo. Allo sciopero della fame hanno dato la loro adesione il 90 per cento dei detenuti del G8 (il reparto penale del carcere romano), molti altri detenuti degli altri reparti e loro familiari. Patrizio Gonnella, il presidente di Antigone, l'associazione che si batte per i diritti nelle carceri, spiega:"Siamo vicini ai detenuti in ogni forma di civile protesta nonviolenta, contro le disumane condizioni di detenzione nelle carceri italiane e la scandalosa indifferenza”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati