Presidio “illegale”, 3 liceali arrestati a Palermo

Gli agenti della Digos sono intervenuti davanti all’Umberto dove era in corso un sit-in antifascista della rete "Red block". L’accusa è di lesioni, resistenza a pubblico ufficiale e manifestazione non autorizzata

PALERMO. Tre studenti sono stati arrestati per lesioni e resistenza a pubblico ufficiale e manifestazione non autorizzata. E' terminato in questo modo un presidio di giovani davanti il liceo Umberto a Palermo. Altri tre ragazzi sono stati denunciati solo per resistenza a pubblico ufficiale. Gli agenti della Digos sono intervenuti davanti alla scuola dove era in corso un sit-in antifascista della rete "Red block".
La Questura ha spiegato che gli agenti hanno impedito che i manifestanti venissero in contatto con simpatizzanti di destra che contestavano l'iniziativa.
L'intervento della polizia è stato criticato dai promotori del presidio. Alcuni agenti sono rimasti lievemente contusi. "L'intervento della Digos - afferma una nota di sinistra ecologica e Liberta - è ingiustificabile e rischia , purtroppo, di alimentare uno stato di tensione crescente di cui non si avverte assolutamente necessita".
"Il gruppo di studenti che, - prosegue la nota - giustamente, manifestava contro il crescendo di provocazioni da parte di organizzazioni neofasciste non poteva rappresentare un pericolo per l'ordine pubblico cosi come non c'era alcun rischio di contatto fra manifestanti e aderenti alle organizzazioni Casa Pound o Forza Nuova".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati