Dalle staminali aiuti per l’artrosi al ginocchio

Gli esiti di studi recenti che prevedono 'innesti' per ricostruire le articolazioni danneggiate saranno presentati tra domani e sabato a Taormina al congresso regionale

Sicilia, Salute

TAORMINA. Dalle cellule staminali potrà presto arrivare un concreto aiuto per la cura dell'artrosi del ginocchio. Gli esiti di studi recenti che prevedono 'innesti' per ricostruire le articolazioni danneggiate, finora curate con interventi protesici, saranno presentati tra domani e sabato a Taormina al congresso regionale dei medici ortopedici.
"Finora - afferma Walter Leonardi, primario del reparto di ortopedia al Garibaldi-Nesima di Catania e presidente dei lavori - si è intervenuti con il metodo della osteotemia preventiva o attraverso impianti protesici parziali e talvolta generali. Oggi però si sta cercando la strada della ricostruzione totale dell'articolazione con interventi di riparazione della cartilagine articolare".
"Ben vengano gli interventi protesici laddove sono consigliati per la profilassi della malattia artrosica – osserva Leonardi - ma laddove c'é un'articolazione rovinata l'idea è quella di andare a ricostruire tutta la cartilagine articolare e i suoi legamenti, riacquisendo l'anatomia del ginocchio".
Ai lavori si parlerà anche dei progressi della ricerca scientifica che sta lavorando anche sul miglioramento dei materiali delle protesi per poter prevedere una loro durata maggiore.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati