Tassa appena si sbarca a Messina: un errore

Gentile Redazione,
la nostra isola, ricca di cultura e bellezze naturali da ammirare e visitare, è meta di vacanza di turisti provenienti da ogni parte del mondo che giornalmente arrivano nei nostri aeroporti. E fin qui tutto bene!
Al turista che invece arriva in auto e che si accinge ad attraversare lo stretto per arrivare a Messina, si impone il pagamento dell’obolo per entrare in città e magari solo attraversarla per andare altrove. Naturalmente dopo aver pagato già un pedaggio davvero esoso per auto, conducente e relativi passeggeri! L’autostrada del mare è forse la più cara?
Tutto questo naturalmente capita anche a chi come me, che lavorando a Palermo, vuole raggiungere la propria famiglia al di là dello stretto nel fine settimana o nei giorni di festa. Per non parlare poi di chi è costretto farlo per lavoro! Il comune di Messina ha istituito un’ordinanza dal sapore medioevale che sicuramente non risolverà i problemi ambientali né tantomeno quello della circolazione e sicuramente l’ingresso alla nostra isola lascia l’amaro in bocca e anche... nella tasca!
Ilde Vulpetti

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati