Falsi matrimoni a Palermo, altri cinque casi

Il capo della banda, Mirko Occhipinti, ha ammesso davanti agli inquirenti almeno dieci episodi di finte nozze per garantire un permesso di soggiorno ai marocchini

PALERMO. Era a capo della banda che organizzava falsi matrimoni a Palermo e ora Mirko Occhipinti, ottico, sta svelando agli inquirenti particolari sulla logistica delle truffe messe in piedi per consentire agli extracomunitari di avere un regolare permesso di soggiorno. Non solo donne palermitane che sposavano uomini marocchini ma, secondo quanto sta raccontando l'ottico agli investigatori, anche fasulli mariti locali pronti alla finta promessa di eterno amore per le giovani marocchine.
Le indagini, che nei giorni scorsi hanno portato all'arresto di cinque persone, compreso Occhipinti, sono ancora in corso. Al momento sotto la lente ci sono altri cinque matrimoni combinati, oltre ai cinque già contestati.
Maggiori dettagli sull'edizione di Palermo del Giornale di Sicilia in edicola oggi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati