False indagini per avere parcella, chiusa inchiesta su avvocato messinese

MESSINA. Il sostituto procuratore, Liliana  Todaro, ha notificato un avviso di chiusura indagini all'avvocato Marcello Mangraviti, 35 anni, accusato di falso, truffa, millantato credito, tentate lesioni private e calunnia.   Lo scorso 10 marzo, l'uomo fu arrestato dalla Digos che  scoprì che il legale si inventava false accuse nei confronti di amici e parenti per poi avere da loro l'incarico di difenderli e intascare la parcella.
In un caso aveva fatto credere ad un amico di essere indagato e aveva anche realizzo un finto avviso di garanzia per poi farsi dare 27.000 mila euro a titolo di onorario. L'uomo avrebbe poi truffato un facoltoso cugino, facendogli credere di aver ricevuto un avviso di garanzia perché aveva realizzato un serbatoio abusivo sulla terrazza di casa. Infine aveva finto di difendere una coppia di coniugi in un'inesistente causa con il Policlinico, prendendosi 20.000 euro.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati