Palermo, bimbo morto: aveva dato fuoco ad un foglio di carta

Secondo una prima ricostruzione dei fatti, il piccolo lo aveva acceso con un accendino ma poi spaventato dalle fiamme ha lanciato tutto verso i mobili

PALERMO. Era solo in cucina ed ha acceso con un accendino un foglio di carta, poi il bambino di sei anni, spaventato dalle fiamme, lo ha lanciato verso alcuni mobili ed elettrodomestici provocando un incendio. Sarebbe questa la prima ricostruzione delle cause del rogo che ha distrutto un appartamento a Palermo e portato alla morte del piccolo Ivan Viviani.    
Il bimbo abitava con i genitori, un fratello di 12 anni e una sorella più piccola di lui in via Casamicciola, nel quartiere periferico di Passo di Rigano. Gli altri familiari sono rimasti soltanto intossicati dal fumo. Per spegnere le fiamme sono intervenuti i vigili del fuoco; le indagini sono condotte dalla polizia.    
Il piccolo è stato condotto con un autoambulanza del 118 al pronto soccorso dell'ospedale Civico, dove è deceduto subito dopo il suo arrivo. I genitori sono riusciti a salvare soltanto due bambini, poi sono stati presi dal panico. Quando sono arrivati i vigili del fuoco, il bimbo era gravemente ustionato ma ancora in vita. E' stato subito "intubato" e trasportato nel nosocomio, ma per lui non c'é stato nulla da fare.    
E' stata aperta un'inchiesta della magistratura e disposta l'autopsia sul corpo del bambino.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati