Mondiali di ciclismo, titolo a Hushovd

Il norvegese ha vinto allo sprint la prova in linea. Il ct azzurro Bettini: “Non abbiamo nulla da recriminare”

GEELONG. Il norvegese Thor Hushovd ha vinto allo sprint la prova in linea riservata ai professionisti dei Mondiali di ciclismo. "Ora comincerà la danza dei 'se' e dei 'ma', però c'é poco da recriminare".  Il ct azzurro Paolo Bettini commenta a caldo, dai microfoni di RaiSport, la gara dei suoi ai Mondiali di ciclismo. "La squadra ha fatto tutto ciò che doveva - aggiunge Bettini - e la gara è stata come ce la immaginavamo. Va bene così, anche se avevamo creduto in una medaglia, e con un pizzico di fortuna si poteva andare sul podio con Pippo Pozzato".  
"Ci siamo presi le nostre responsabilità - dice ancora il ct azzurro - ma ci sono anche gli avversari. Complimenti a Hushovd, perché era un nome pericoloso e, pur senza la squadra (la Norvegia ha schierato al via solo tre concorrenti n.d.r.), ha avuto gambe per gestirsi. Ripeto, c'é poco da recriminare. Il podio non è una novità, c'é anche Allan Davis, che è un altro dei nomi che avevamo fatto".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati