Papa a Palermo, tutto pronto per il grande evento

Attesi oltre 100 mila fedeli provenienti da ogni parte della Sicilia e dalle altre regioni del Sud. Città blindata da giorni, imponenti le misure di sicurezza per accogliere il Pontefice

PALERMO. E' tutto pronto per la visita di Papa Ratzinger in una Palermo blindata già da due giorni. Per il grande evento religioso di domani sono attesi oltre 100 mila fedeli provenienti da ogni parte della Sicilia, ma anche da altre regioni del Sud.    La visita del Santo Padre comincerà alle 9.15, quando sbarcherà all'aeroporto Falcone-Borsellino, dove ad accoglierlo ci sarà l'arcivescovo di Palermo monsignor Paolo Romeo, il ministro della Giustizia Angelino Alfano, il presidente della Regione siciliana Raffaele Lombardo e il sindaco Diego Cammarata. Subito dopo il corteo papale si dirigerà in piazza De Gasperi, dove il Pontefice riceverà un mazzo di fiori da due bambini in costume tipico siciliano, per poi salire sulla papamobile e attraversare l'intero asse della città.   


Due ali di folla accompagneranno la marcia del Papa che alle 10.30 celebrerà la messa e poi l'Angelus sul prato del Foro Italico, dove entro stasera saranno ultimati i lavori per l'allestimento delle tribune e dei posti a sedere, circa seimila. Il Santo Padre siederà su un trono del Seicento custodito nella chiesa madre di Ciminna e sull'altare saranno esposte sette opere d'arte provenienti dal museo diocesano. Sul palco sarà esposto su un piedistallo una croce astile in argento appartenuta a Papa Sisto V, risalente al 1586. Nella torre principale del Castello Utveggio, sul Montepellegrino che domina la città, è stata installata una gigantografia di Benedetto XVI.  Alla fine dell'Angelus, Papa Ratzinger si recherà nel Palazzo arcivescovile per il pranzo con i vescovi, subito dopo ci sarà l'incontro in cattedrale mentre alle 18.30 il pontefice abbraccerà giovani e papaboys in piazza Politeama.    


Ma già da oggi pomeriggio il centro di Palermo si è trasformato in un quadrilatero di preghiera e catechesi, abbellito con fontane di luci. Milletrecento delegati delle diciotto diocesi della Sicilia sono arrivati in città per pregare in venti chiese, insieme ai vescovi siciliani. In ogni chiesa un tema diverso: giustizia, legalità, lavoro, ambiente.    L'intera zona che sarà attraversata dal Papa è blindata. Lungo le vie del centro sono state posizionate centinaia di transenne ed è stato mobilitato l'intero personale della polizia municipale, che solo ieri ha rimosso 120 auto parcheggiate in divieto di sosta. I netturbini da due giorni puliscono le strade, svuotano i cassonetti e mettono a lustro fontane e monumenti storici. Nei giorni scorsi la polizia ha passato al setaccio abitazioni, magazzini e locali che si trovano lungo il percorso che farà il Papa.    


Ieri c'é stato un falso allarme bomba nel Palazzo della Protezione civile all'angolo tra via Mariano Stabile e via Abela, poco prima dell'inizio di una riunione degli organizzatori.     Al termine della visita, il Papa rientrerà a Roma con un volo alle 19.15.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati