Inquinamento a Palermo, il processo a Cammarata riparte da zero

La causa è il trasferimento del presidente del Tribunale. A giudizio anche gli ex assessori comunali Giovanni Avanti, oggi presidente della Provincia, e Lorenzo Ceraulo

Sicilia, Cronaca

PALERMO.  Il presidente del tribunale viene trasferito e per questo motivo dovrà ripartire da zero il processo che vede il sindaco di Palermo, Diego Cammarata, imputato di omissione di atti d'ufficio, perché non avrebbe adottato i provvedimenti necessari contro lo smog in città. A giudizio, oltre a Cammarata, anche gli ex assessori comunali Giovanni Avanti (oggi presidente della Provincia) e Lorenzo Ceraulo.
Gli atti adesso potrebbero essere "rinnovati", cioè potrebbero essere acquisiti quelli svolti davanti al vecchio collegio, ma potrebbe anche essere necessario ripetere testimonianze e interrogatori. Cosa che comporterebbe un allungamento notevole dei tempi, in un processo che è a rischio prescrizione.
Altri dettagli sul Giornale di Sicilia in edicola oggi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati