Mogli denunciano mariti: sequestrati due videopoker

La vicenda a Bronte, nel Catanese. Le donne si sono rivolte alla guardia di finanza dopo che i loro uomini sperperavano tutti i loro soldi nelle "macchinette"

BRONTE. Due videogiochi illegali sono stati sequestrati in una sala giochi di Bronte, in provincia di Catania, da militari della Guardia di Finanza durante alcuni controlli disposti dopo che alcune mogli si sono presentate ai militari dicendo che i loro mariti sperperavano denaro a discapito delle famiglie. Il titolare della sala giochi é stato denunciato e multato ed il denaro contenuto nelle casse dei due videogiochi è stato sequestrato.


I militari hanno controllato una sala giochi del paese e scoperto che tra i videogiochi ve ne erano due totalmente illegali perché non avevano né la certificazione di collaudo e messa in esercizio, né il nulla osta dei Monopoli di Stato, né la targhetta identificativa e non erano collegati alla rete telematica. I finanzieri hanno accertato che i due apparecchi funzionavano solamente con banconote con un taglio minimo di 5 euro e un massimo di 50.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati