Sicilia, Qui Palermo

Miccoli, col Losanna ritorno e debutto

Serata speciale per il numero 10, in campo oltre 4 mesi dopo l'infortunio e alla prima presenza in Europa con la maglia rosanero

PALERMO. È un ritorno, ma è anche un debutto. Fabrizio Miccoli stasera si riallaccerà gli scarpini e indosserà per la prima volta in Europa la maglia numero 10 del Palermo, a quattro mesi e tre settimane dall’infortunio del 9 maggio nella gara contro la Samp, della scorsa maledetta primavera.
Proprio con la Primavera rosanero, il Romario del Salento ha scaldato i motori, mettendo a segno una doppietta lo scorso 18 settembre, contro la Roma. Non può che essere lui la stella più attesa nella notte del Barbera che non si preannuncia affatto pieno. Il Losanna, primo nella serie B svizzera, per il tecnico Delio Rossi deve essere affrontato “come se fosse il Real Madrid”. Ma i tifosi, nonostante i prezzi popolari dei biglietti, non stanno facendo le code ai botteghini per assicurarsi un posto sugli spalti. Poco più di un mese fa col Maribor degli allora sconosciuti Ilicic e Bacinovic, lo stadio era quasi esaurito. Misteri della fede, rosanero.
E allora toccherà proprio a Miccoli scaldare l’atmosfera. Ad aprirgli gli spazi davanti dovrebbe essere ancora il cileno Pinilla. Rossi probabilmente farà riposare qualcuno dei titolari dopo il tour de force che ha visto giocare il Palermo sette volte a settembre. La Fiorentina, tra l’altro, è alle porte.
È ipotizzabile che Pastore parta dalla panchina, insieme a Balzaretti. Non è escluso che venga dato respiro anche a uno dei due pilastri del centrocampo Migliaccio e Nocerino, anche se con Ilicic e Bacinovic non schierabili, le soluzioni in mezzo non sono molte. Di sicuro, dovrebbero essere rispolverati Kasami e Liverani (chissà come lo accoglierà il Barbera). Forse a sinistra, spazio dal primo minuto al giovane Garcia.
Di certo c’è anche che il presidente Zamparini si aspetta una vittoria, un altro passo falso contro un avversario di basso spessore aprirebbe falle pericolose nell’ambiente. Rossi lo sa e per questo sta provando a tenere alta la tensione. Miccoli, lo scorso anno, ha risolto spesso. Toccherà ancora a lui togliere le castagne dal fuoco, con l'autunno che incalza. Alla faccia della maledetta primavera.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati