Falsi in bilancio Amia, il processo riparte da zero

Per il procedimento, arrivato alla fase finale, cambierà il presidente della terza sezione del Tribunale, Raimondo Loforti, trasferito in Corte d'appello e sarà sostituito, con ogni probabilità, dall'ex Gip Vincenzina Massa

PALERMO. Dovrà ricominciare daccapo il processo contro alcuni ex amministratori dell'Amia, 13 persone in tutto, imputate di falsi nei bilanci dell'azienda per l'igiene ambientale di Palermo.
Il dibattimento, ormai giunto all'audizione dei testi della difesa, e dunque alla fase finale, è stato rinviato in via preliminare al 14 ottobre perché cambierà il presidente della terza sezione del Tribunale: Raimondo Loforti è stato infatti trasferito in Corte d'appello e sarà sostituito, con ogni probabilità, dall'ex Gip Vincenzina Massa.
A giudizio, fra gli altri, ci sono l'ex presidente dell'azienda, Enzo Galioto, oggi senatore del Pdl, e l'ex direttore Orazio Colimberti. Gli atti dovranno essere "rinnovati", cioè acquisiti dal nuovo collegio: ma se la difesa non darà il consenso dovranno essere ripetuti esami di testimoni e consulenti.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati