Agricoltura, Perricone: “Bisogna ridare dignità a chi lavora la terra”

PALERMO. “Oggi si chiede agli agricoltori di non abbandonare le campagne ma, dall’altro lato, lavorare la terra è sempre meno remunerativo”. È quanto afferma Nicola Perricone, presidente di Acli Terra Sicilia, commentando i dati dell’Istat che hanno visto il Pil siciliano scendere di 2,7 punti percentuali, con un dato, quello dell’agricoltura, molto preoccupante. “Si tratta di un -4% che deve farci riflettere”, precisa, “dobbiamo riuscire a garantire un reddito agli agricoltori che restituisca loro la dignità di lavoratori. Basti pensare che per la campagna olivicola che si sta aprendo, si prevede un prezzo di 40 centesimi a chilo per le olive da molire e di 3 euro per l’olio: con questi numeri così bassi come si fa a condurre un’azienda agricola in maniera competitiva?”-
Tra le proposte di Acli Terra Sicilia, la creazione a livello regionale di una struttura logistica che dia servizi reali agli agricoltori. “Uno strumento”, conclude Perricone, “che possa permettere di ridurre la distanza tra produttore e consumatore e, così, riuscire a garantire prezzi più alti al primo anello della filiera”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati