Rifiuti, raccolta ferma per il quarto giorno nell’Agrigentino

Stop degli auto compattatori a Canicattì, Licata e altri cinque comuni. Alla base della protesta il deficit delle amministrazioni nei confronti della ditta incaricata del servizio

CANICATTÌ. È giunto al quarto giorno il fermo degli autocompattatori per la raccolta dei rifiuti a Canicattì, Licata ed altri 5 comuni dell'Ato Ag3, gestito dalla Dedalo Ambiente con sede a Licata (Ag). Per stamattina sono attese delle novità, mentre la situazione sotto l'aspetto igienico-sanitaria è diventata drammatica ed i cittadini iniziano a non sopportare più la puzza dei rifiuti sparsi per strada fuori dai cassonetti stracolmi.
Ieri mattina è stata inviata anche alla procura della Repubblica di Agrigento la lettera dei 7 sindaci dei comuni dell'Ato Ag3 recapitata alla Dedalo Ambiente ed alla Catanzaro Costruzioni, che gestiscono della discarica controllata di Siculiana con la quale si ipotizza l'interruzione di pubblico servizio da parte della stessa ditta Catanzaro.
I sindaci ed i vertici della Dedalo Ambiente hanno chiesto al Prefetto di Agrigento, Francesca Ferrandino, di essere ricevuti per sollecitare una richiesta d'intervento.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati