Discariche a Palermo, dopo la bonifica tornano i rifiuti

In via Lanza di Scalea una ventina di elettrodomestici abbandonati, un cumulo di spazzatura alto un metro. Amia al lavoro da tre giorni. Le proteste dei residenti. Il Comune: subito la videoservaglianza

PALERMO. Ci sono le telecamere, i divieti, i cartelli minacciosi, le lamentele di chi vive nella zona. Un mix che non sembra sufficiente per rendere il parcheggio di via Lanza di Scalea, nella zona del Velodromo Borsellino di Palermo, soltanto un luogo dove lasciare le proprie auto. In realtà quell’area è una discarica abusiva: una ventina di elettrodomestici abbandonati, un cumulo di rifiuti alto un metro. Tutto questo nonostante la presenza di operatori dell’Amia e una bonifica che va avanti da tre giorni, con la rimozione già di otto tonnellate di rifiuti.
A far da sfondo le proteste di chi abita e lavora nei condomini vicini, mentre l’amministrazione comunale, attraverso l’assessore comunale all’Ambiente, Mario Parlavecchio, assicura l’installazione della video sorveglianza per cercare di arginare il problema.
Altri dettagli sul Giornale di Sicilia in edicola oggi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati