San Cataldo, in coma l'ex calciatore Donzella

Il difensore è entrato nella sala operatoria della clinica Regina Pacis per curare una deviazione del setto nasale. Ne sarebbe uscito tre ore dopo in coma e senza essere stato operato. Indagano i carabinieri

SAN CATALDO. E’ entrato in sala operatoria per un’operazione di routine come ormai è quella per curare una deviazione al setto nasale ma, senza neanche essere sfiorato dal bisturi, Giuseppe Donzella ne è uscito tre ore dopo in coma di quarto livello post-anosicco.
E’ successo a San Cataldo, nella clinica Regina Pacis, dove è stato ricoverato il difensore della Sancataldese e della Nissa. L’uomo, sposato e padre di due gemelli di otto anni, adesso si trova in condizioni disperate nella rianimazione dell’ospedale Vittorio Emanuele di Gela, dove è stato trasferito.
Secondo quanto ricostruito dalla famiglia Donzella, il chirurgo che avrebbe dovuto operarlo una settimana fa è uscito dalla sala operatoria dicendo: “Non l’ho neanche toccato, l’ho trovato così”.
Adesso sono in corso le indagini dei carabinieri per capire cosa è successo, per fare chiarezza e dare una risposta alla domanda se si tratta di un caso di malasanità, o no.
Maggiori dettagli nell’edizione di Caltanissetta del Giornale di Sicilia in edicola oggi, martedì 28 settembre 2010.
 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati