Catania, spaccio per conto del clan Bonaccorsi: due arresti

Gli agenti della squadra mobile hanno messo le manette ai polsi di Domenico Scuderi di 31 anni e di un diciassettenne. L'accusa è di associazione per delinquere finalizzata al traffico di cocaina

CATANIA. Domenico Scuderi, di 31 anni, e un diciassettenne, P. P., sono stati arrestati da agenti della squadra mobile di Catania per associazione per delinquere finalizzata al traffico di cocaina in esecuzione di due ordini di custodia cautelari emessi dai Gip dei Tribunali distrettuale e per i minorenni.
Secondo l'accusa farebbero parte di un gruppo che spacciava nel rione San Cristoforo per conto della cosca Bonaccorsi-Careteddu, che fa capo al presunto boss Sebastiano Lo Giudice. Ai due indagati non è contestato il reato di associazione mafiosa.
Della banda, che, secondo la polizia, riusciva a fatturare 5-6mila euro al giorno con lo spaccio di droga, con punte di 8-9mila euro nei fine settimana, faceva parte anche Salvatore Tucci, che è stato ucciso il 6 marzo scorso in un agguato.
Le indagini della sezione antidroga della squadra mobile della Questura sono state coordinate dai sostituti procuratori Pasquale Pacifico e Alessandro Sorrentino della Direzione distrettuale antimafia e Silvia Vassallo del Tribunale per i minorenni di Catania.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati