Capi contraffatti, maxi sequestro a Catania

La guardia di Finanza ha requisito sessantamila pezzi custoditi illegalmente in un negozio nel centro della città. Sigilli a due depositi e ad un esercizio commerciale, denunciato un cinese

CATANIA. Sessantamila capi di abbigliamento con marchi contraffatti di note griffe sono stati sequestrati dalla guardia di finanza di Catania. La merce era custodita illegalmente in un negozio nel centro della città e, secondo gli investigatori, immessa sul mercato avrebbe permesso di realizzare ricavi per oltre un milione di euro.    
Durante l'operazione militari delle Fiamme gialle hanno posto i sigilli a due depositi e a un esercizio commerciale per la vendita all'ingrosso, aperti con regolare licenza e partita Iva, ubicati in pieno centro storico a Catania, dove si rifornivano dettaglianti provenienti anche da fuori provincia.    
In questi locali, su scaffali metallici, erano accatastati scatoloni di capi con firme dell'alta moda: maglie, jeans, giubbotti, pullover, camicie, foulard, vestiti, felpe con i falsi marchi di Frutta, Monella Vagabonda, Burberry, Gucci, Baci & Abbracci. Un cinese, titolare dell'attività e proprietario dei depositi, è stato denunciato in stato di libertà alla Procura di Catania.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati