Inter, il mea culpa dei giocatori

Maicon: "Abbiamo giocato male". Cambiasso: "Poteva finire in parità"

ROMA. "L'opportunità di fare tre punti c'era, ma siamo entrati in partita con un atteggiamento non buono. E' meglio perdere 3-0 che prendere gol come l'abbiamo preso noi, ma non meritavamo nemmeno un punto perché non abbiamo giocato bene". E' decisa la critica a fine gara di Maicon sulla partita giocata dall'Inter all'Olimpico e persa per 1-0 all'ultimo minuto a causa di un gol di Vucinic.   
"Purtroppo abbiamo sbagliato tantissimo e ne hanno saputo approfittare - le parole del terzino brasiliano -, questa non era l'Inter che ha fatto quella bella partita mercoledì scorso. Stasera è mancato tutto: tranquillità davanti alla porta, c'é stato egoismo in zona gol e si è sbagliato tanto". Deluso per il risultato anche il portiere Julio Cesar: "Sul gol di Vucinic potevo fare poco, è stato un bellissimo gol. Però la partita doveva finire in pareggio, la Roma non ha creato tanto, mi dispiace aver preso gol proprio alla fine: è una coltellata sul cuore perderla così". "Per noi adesso è importante ripartire subito - ha aggiunto il numero uno nerazzurro a fine gara - la cosa buona del calcio e che ci si può rifare subito. Possiamo dimostrare a tifosi e presidente che è stato un passo falso".    
Sulla stessa lunghezza d'onda Esteban Cambiasso: "Abbiamo perso una partita, non è un dramma. Siamo sempre davanti alle avversarie per lo scudetto. E' stata brava la Roma, ma anche noi abbiamo avuto le nostre occasioni. Poteva finire anche in parità" ha concluso il centrocampista argentino.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati