Pena di morte negli Usa, uccisa Teresa Lewis

JARRATT, CONTEA DI GREENSVILLE. Teresa Lewis, la donna di 41 anni disabile mentale, è stata uccisa da un'iniezione letale nel 'braccio della morte' del Greensville correctional center. Lo ha reso noto il portavoce del carcere Larry Traylor parlando con i giornalisti. Teresa, ha riferito Traylor, è deceduta alle 21:13 di ieri ora locale (le 3:13 di oggi in Italia). L'esecuzione si è conclusa senza alcuna complicazione. Prima di ricevere l'iniezione, la Lewis ha chiesto se la figlia fosse presente. "Quindi - ha spiegato il portavoce del carcere - ha detto di amarla e di essere molto dispiaciuta per lei". "Quando è entrata nella stanza - ha raccontato uno dei quattro giornalisti che hanno assistito all'esecuzione - ha alzato gli occhi, guardandosi intorno, terrorizzata. Alcuni ufficiali hanno cercato di calmarla accarezzandole le spalle. Quindi ha parlato della figlia Kathy".  Come ultimo pasto, ha riferito il portavoce del carcere, la Lewis ha chiesto pollo fritto, piselli al burro e torta alle mele.  

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati