Palermo, torna libero il boss Greco

Fedelissimo di Stefano Bontade, ha finito di scontare la pena. Negli anni Ottanta diventò il "re degli scappati" fuggendo in Spagna

Sicilia, Cronaca

PALERMO. Il mafioso Giovannello Greco ha finito di scontare la propria pena ed è libero. Alla fine dell'estate 2009 Greco, 58 anni, considerato uno dei uomini delle cosche che contava a Palermo e fedelissimo del boss Stefano Bontade, aveva lasciato il carcere ed era stato trasferito in una casa lavoro in Emilia Romagna, dov'era sottoposto a una misura di sicurezza. Ora, è definitivamente libero.    
Greco, negli anni '80, divento' il "re degli scappati", fuggendo dalla Sicilia per evitare di essere travolto nella guerra scatenata dai corleonesi a Palermo. Approdò in Spagna, dove ufficialmente faceva il pescatore, e dopo una lunga latitanza si consegnò alla polizia spagnola nel 2002 per essere estradato e chiudere i suoi conti con la giustizia. Già aveva scontato alcuni anni di carcere in precedenza.   
La sua pena più lunga, 15 anni di carcere per il tentativo di omicidio del killer Pino Greco, era stata ridotta a 10 anni perché i giudici hanno riconosciuto che non fu Giovannello a tentare di uccidere il sicario dei corleonesi. Il conto del cumulo delle pene, cui era stato condannato, è stato rideterminato e Greco ora ha scontato tutta la condanna.
Maggiori dettagli sul Giornale di Sicilia in edicola oggi (24 settembre 2010).

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati