Pantera a Palermo, chiesta l'archiviazione dell'indagine

Da ormai due mesi non ci sono più segnalazioni di avvistamenti. Secondo il pm il caso è da chiudere

PALERMO. La pantera, che si sarebbe aggirata quest'estate per le colline e i boschi di Palermo, è sparita. Ammesso che sia mai esistita. Così il pm Carlo Lenzi, titolare del fascicolo, per detenzione illegale di animali pericolosi, un reato introdotto qualche anno fa dopo un analogo caso (anche in quell'occasione si trattava di una pantera) accaduto a Roma, ha deciso di chiedere l'archiviazione del caso.     
Da ormai due mesi non ci sono più segnalazioni, se non quelle rivelatesi fasulle, dell'animale che dal 22 giugno ha tenuto in allarme gli abitanti di Borgo Nuovo, della zona attorno Bellolampo, ma anche Boccadifalco e San Martino della Scale. Il felino sarebbe stato avvistato diverse volte e in alcuni casi i residenti ne hanno sentito il ruggito chiamando subito gli uomini della Forestale. Anche due dei dipendenti dell'azienda regionale hanno segnalato la presenza della pantera a Borgo Nuovo e uno di loro l'ha anche fotografata, anche se non è stata stabilita l'effettiva grandezza del felino.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati