La morte di Norman e la disperazione dei giovani

A volte le parole servono davvero a poco se non a nulla. Non potendo fare diversamente, chiedo cortese ospitalità al Giornale per offrire in silenzio un lungo amaro abbraccio ai genitori, ai familiari e agli amici di Norman Zarcone. Un ragazzo che non ho mai avuto la fortuna di conoscere, ma la sua tragica scelta mi fa salire la rabbia per il putridume in cui s'è lasciata cadere l'Italia, e di cui pare l'opinione pubblica in buona parte non abbia netta coscienza, non si spiega altrimenti come si possa ancora sopportare la casta politica miserrima che deteriora sempre più il Paese. La disperazione portata alle estreme conseguenze di Norman purtroppo è un sentimento molto diffuso in particolare tra i giovani, a cui il futuro viene negato dalle varie baronie politiche ed economiche, con una miopia egoistica assoluta.
Gian Vincenzo Olivier, Venezia

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati