Musotto: pronti ad accelerare il processo di riforme

Il capogruppo dell'Mpa all'Ars: "Qualche alleato ci stava frenando. A volte, bisogna dire qualche no in una terra difficile come la Sicilia"

PALERMO. "Che sia chiaro che la nuova fase dell'esecutivo del presidente della regione Raffaele Lombardo serve ad imprimere una ulteriore accelerazione al processo di riforme che qualche alleato stava frenando, nostalgicamente aggrappato alle logiche del passato. A volte, bisogna dire qualche no in una terra difficile come la Sicilia".
Lo dice il capogruppo dell'Mpa all'Assemblea regionale siciliana, Francesco Musotto, in riferimento alla conferenza stampa tenuta a Palermo dal sottosegretario Micciché. "Spiace che questo processo di riforme di sistema - aggiunge - abbia trovato così tanti oppositori in Sicilia, nell'Udc come nel Pdl, che oggi dunque gridano al vento, e spiace apprendere  che ci siano resistenze anche nei confronti di una proposta tecnica che è anche una proposta di responsabilità. Una idea che ha chiamato alla collaborazione professionisti e tecnici, oltre che quelle forze politiche che, abbandonando pregiudizi e barriere ideologiche, hanno intelligentemente compreso che occorre presentarsi compatti per fronteggiare l'atteggiamento isolazionista dei poteri romani".           
"Qualcuno - conclude Musotto - oggi si agita e grida al vento: sappiano i siciliani che sono gli stessi siciliani che a Roma non si battono per sbloccare i Fas, e che hanno causato in Sicilia il rallentamento della spesa dei fondi comunitari salvo  poi addebitarne la colpa al nuovo governo".        

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati