Messina, necessari altri 160 milioni per l’alluvione del 2009

Serviranno per completare gli interventi relativi alla messa in sicurezza dei paesi della zona jonica. La richiesta arrivata dopo il vertice di ieri fra Buzzanca, i sindaci dei comuni coinvolti e il capo della Protezione civile regionale

MESSINA. Ci vorranno ancora 160 milioni per completare gli interventi relativi alla messa in sicurezza dei paesi colpiti dall'alluvione che il primo ottobre scorso ha colpito Messina ed alcuni paesi della zona jonica del comprensorio.
È quanto emerge dal vertice di ieri mattina tra il sindaco di Messina, Giuseppe Buzzanca, il dirigente regionale della Protezione civile, Pietro Lo Monaco, i sindaci di Scaletta Zanclea e Itala, Mario Briguglio e Antonio Miceli. "Abbiamo inviato in tempo reale una nota al commissario delegato, Raffaele Lombardo - ha dichiarato Buzzanca - per chiedere un incontro e decidere le azioni per ottenere maggiori fondi. Finora sono già stati spesi 140 milioni, ma abbiamo l'esigenza di ricevere altri soldi".
Anche il capo della Protezione civile regionale, Sebastiano Lo Monaco, è d'accordo: "Se lo Stato fino ad oggi ha nicchiato, allora ci muoveremo coi fondi Fas, ma quantomeno ci aiutino a sbloccarli". Per l'anniversario dell'alluvione del primo ottobre, sono previste alcune celebrazioni.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati