Droga, spaccio nel Palermitano: oltre 20 misure cautelari

I giovani fermati sono accusati di far parte di tre organizzazioni criminali. Impiegati nell'operazione duecento militari dei carabinieri di Monreale e della guardia di finanza di Termini Imerese

PALERMO. Duecento militari del Gruppo carabinieri di Monreale e della Guardia di finanza della compagnia di Termini Imerese hanno eseguito oltre venti misure cautelari nei confronti di altrettanti giovani accusati di far parte di tre organizzazioni criminali che gestivano lo spaccio della droga nel Palermitano.    
L'operazione congiunta, a cui hanno partecipato unità cinofile antidroga ed elicotteri, denominata "Piazza Pulita", ha interessato oltre a Termini Imerese, Trabia, Altavilla Milicia, Casteldaccia, Bagheria, tutte nel Palermitano, anche la provincia di Padova.    
Azzerate le tre organizzazioni criminali che gestivano lo spaccio di hashish e marijuana. Ciascuna banda aveva i suoi canali di approvvigionamento e l'esclusiva per la vendita della droga nella propria zona. Gli stupefacenti venivano acquistati per lo più nei quartieri palermitani di Bonagia e Falsomiele, e trasportati con la complicità di insospettabili corrieri (in alcuni casi minorenni) organici ai gruppi di baby spacciatori. Le organizzazioni criminali, grazie a una serie di "collegamenti", potevano approvvigionarsi di stupefacenti anche nel Nord Italia.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati