Benzinai, revocato lo sciopero

Lo hanno deciso i sindacati alla conclusione del tavolo al Ministero con i gestori

ROMA. E' stato revocato lo sciopero dei gestori dei distributori di carburanti, che sarebbe dovuto partire domani mattina per concludersi nella mattinata di sabato. E' quanto si apprende a conclusione del tavolo al Ministero con i gestori.
A quanto si apprende, è stato raggiunto l'accordo fra i gestori delle pompe di benzina e il governo. L'intesa, sulla base delle proposte del sottosegretario allo Sviluppo economico, con delega all'Energia, Stefano Saglia, consente di scongiurare lo sciopero di tre giorni che era previsto a partire dalle 7,30 di domani fino a sabato. In Sicilia era stato anticipato di un giorno.


La revoca è stata decisa dai gestori al termine della riunione al ministero dello Sviluppo economico con il sottosegretario Stefano Saglia.    Nel corso della riunione, Figisc-Confcommercio, Faib-Confesercenti e Fegica-Cisl hanno infatti incassato alcune importanti modifiche al ddl concorrenza che contiene anche la riforma della rete di distribuzione. In particolare, si tratta tra le altre di aperture sulle norme relative ai contratti tra gestore e azienda petrolifera, sull'automatizzazione degli impianti, sulle specifiche dei prodotti non oil che possono essere venduti ai distributori (giornali, tabacchi, alimentari e bevande).

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati