Schifani: "Voto anticipato trauma per la democrazia"

Il presidente del Senato contro il ritorno alle urne. Sulla mafia: "Da istituzioni impegno per cancellare questa macchia"

GUBBIO. "Gli italiani chiedono l'attuazione del programma e pretendono governabilità. Le elezioni anticipate sono sempre un trauma per la democrazia e vanno evitate a meno che non ci siano situazioni e circostanze tali e irreversibili che innescano una crisi irrisolubile. E' chiaro che l'ultima parola spetta al capo dello Stato". Lo afferma il presidente del Senato, Renato Schifani, conversando con i cronisti a margine della scuola di formazione del Pdl.     A chi gli chiede che ci sia più ottimismo rispetto alle scorse settimane Schifani risponde: "Me lo auguro e spero si trasformi in concretezza".


Sulla mafia il presidente del Senato ha detto: "Il Paese ha bisogno di vedere la propria terra sicura, liberata dalla criminalità organizzata. L'impegno contro le associazioni criminali è quello per la legalità, ma anche per la civiltà e per lo Stato di diritto che, da sempre, è la prima e fondamentale garanzia della libertà personale di ognuno di noi. Il Parlamento ed il governo devono continuare a produrre il massimo sforzo per cancellare questa macchia intollerabile agli occhi del mondo globalizzato. Non illudiamoci - prosegue - che i continui e rilevanti successi ottenuti dall'attuale legislatura, in particolare con il sequestro di innumerevoli beni mafiosi, abbiano portato a compimento il fine di estirpare le radici di questo fenomeno criminale".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati