Imprenditore assassinato, disposti sequestro beni indagato

Il tribunale di Sciacca ha disposto la misura nei confronti di Onofrio Centinaro, reo confesso del delitto di Antonino Mendola, ucciso lo scorso 8 febbraio

AGRIGENTO. I giudici del tribunale di Sciacca hanno disposto il sequestro conservativo dei beni, fino a quattro milioni di euro, di Onofrio Centinaro, il piccolo imprenditore edile di 45 anni, reo confesso del delitto di Antonino Mendola, 37 anni, ucciso con sette coltellate lo scorso 8 febbraio. La somma è quella richiesta dalla parte civile: la moglie, i figli, la madre e i fratelli della vittima. Centinaro è stato ammesso al rito abbreviato. Il gup Michele Guarnotta ha fissato la prima udienza per il 21 ottobre.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati