Roma in vendita, interessati in 20

Al via il processo per la cessione della società giallorossa. La settimana prossima saranno inviati i dossier ai potenziali acquirenti

ROMA. E' ai nastri di partenza il processo di vendita dell'As Roma. Con l'inizio della prossima settimana infatti partirà l'invio della documentazione del dossier ai potenziali interessati che al momento sarebbero una ventina.    
Queste le indicazioni emerse da alcune fonti al termine del primo incontro tra UniCredit e Rothschild, l'advisor incaricato da UniCredit nel cercare un nuovo proprietario per il club giallorosso. Il meeting si è tenuto in mattinata nel centro di Milano, proprio mentre il presidente dell'As Roma, Rosella Sensi, era impegnata sempre nel capoluogo lombardo, in una riunione di routine della Lega Calcio.    
E proprio il vice amministratore delegato di UniCredit, Paolo Fiorentino, commentando l'incontro con l'advisor, ha spiegato ai giornalisti che al momento si tratta ancora di "incontri di aggiornamento, non decisivi" e che "gli incontri importanti si fanno con la famiglia Sensi".    
Al tempo stesso, si è appreso al termine del meeting, l'incontro, definito "introduttivo" e "preliminare", è servito alle parti a mettere a punto la documentazione da fornire ai potenziali acquirenti. A partire dalla prossima settimana è previsto quindi l'invio dei documenti agli interessati e la calendarizzazione degli incontri. Le manifestazioni pervenute sarebbero circa venti tra cui il fondo Clessidra al fianco di Francesco Angelini, investitori stranieri e arabi come il fondo di Abu Dhabi Aabar, l'imprenditore egiziano Sawiris patron di Wind, l'imprenditore Angelucci.   
Altro tema invece la visita milanese di Rosella Sensi, che entrando nella sede in via Rosellini ha risposto ai giornalisti che le chiedevano se fosse ipotizzabile un ruolo al vertice della Lega Calcio. A denti stretti la risposta: "Un ruolo? Per adesso faccio il presidente della Roma".    
Infine, il tema Consob. L'esenzione dell'Opa da parte di Newco Roma, la società di controllo dell'As Roma col 67% (51% Italpetroli e 49% UniCredit), dovrebbe essere valutata a breve dalla Commissione di vigilanza e un verdetto è atteso a breve. In base ai patti parasociali siglati tra le parti il termine è fissato al 30 settembre.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati