Ilicic e Bacinovic: "In rosa per giocare"

Le ambizioni dei due nuovi acquisti sloveni, presentati oggi al Tenente Onorato di Boccadifalco: "Qui per imparare, ma anche per dare il nostro contributo in campo"

PALERMO. L’obiettivo è comune. I due nuovi arrivi sloveni a centrocampo del Palermo non vedono l’ora di giocare, per trovare più spazio possibile nel gruppo allenato da Delio Rossi. Si sono presentati vogliosi e ambiziosi oggi a Boccadifalco Josip Ilicic e Armin Bacinovic, prelevati dalla società rosanero dalla squadra affrontata nei preliminari di Europa League, il Maribor. Ilicic ha scelto il numero 72, Bacinovic il 21.
Entrambi fanno parte della Nazionale slovena, futura avversaria dell’Italia nel girone di qualificazione ai prossimi Europei.
A prendere per primo la parola è Ilicic, con l’ausilio di un traduttore. Il centrocampista, che ha anche segnato al Palermo nella gara di ritorno spiega subito la terribile sensazione provata proprio dopo quella segnatura. «Quella è stata la peggiore sensazione mai vissuta nella mia vita. I compagni, dopo la rete, mi hanno circondato, perché sapevano che ero in difficoltà». Ilicic parla poi della sua collocazione tattica. Nasce come esterno offensivo, ma qualcuno, come ad esempio Zamparini lo vede bene come vice Pastore nel ruolo di trequartista. «Trequarti o ala sinistra? Le mie caratteristiche sono offensive, quindi va bene in qualsiasi zona dell’attacco. Io sicuramente mi adeguerò e sono fiero di giocare con Pastore». Ilicic ha trascorso le ultime settimane in maniera molto intensa. Dal trasferimento al Palermo alla convocazione in Nazionale e per questo motivo si sente pronto a tutto, anche a essere impiegato domenica a Brescia. Inoltre svela qualche retroscena su quando ha saputo che i rosa erano interessati a portarlo in Sicilia. «Ho saputo dell’interesse di una squadra dal mio direttore tecnico, ma non mi ha detto quale e, dunque, ho giocato contro i rosanero senza sapere che mi volevano. Poi ho saputo dei sondaggi di altre squadre, ma i rosanero sono stati i più corretti e concreti».
La parola passa poi a Bacinovic, che è subito chiaro. Essere arrivati a Palermo vale il sacrificio di non giocare l’Europa League. «Mi spiace davvero tanto non giocare questa competizione europea, ma tutto viene compensato dal fatto di giocare in questa squadra». La società rosanero ha preso Bacinovic con l’idea di farlo diventare il vice Liverani e lo sloveno non si sottrae alle domande sul numero 11 rosanero. «Il regista è il mio ruolo e voglio fare vedere quello che so fare quando gioco. Per quanto riguarda Liverani, è un giocatore che stimo molto. L’ho visto tante volte giocare e finalmente sono con lui. Da lui avrò molto da imparare. Giocare insieme a lui? Non è una decisione che spetta a me».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati