Lombardo a Roma: voto iattura per l’Italia, sosterremo Berlusconi

Il presidente della Regione ha incontrato il premier: "Abbiamo rassicurato il presidente che non mancheranno i voti del Mpa". Pressing sui Fas: ci devono 4,3 miliardi

ROMA. "Le elezioni sarebbero una iattura per il Paese. Faremo di tutto per non far cadere il governo". Così Raffaele Lombardo, governatore della Regione Sicilia, al termine di un incontro con il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi a palazzo Grazioli, garantisce il sostegno dell' Mpa all'Esecutivo.
"Abbiamo rassicurato il presidente che non mancheranno i voti del Movimento per le Autonomie e dei suoi quattro senatori e cinque deputati", aggiunge Lombardo.
"E' un rapporto e deve consolidarsi con un maggiore impegno sulle politiche per il Sud - ammonisce il governatore siciliano - in primis con gli accordi con la Libia: si consultino Confindustria e Ance perché ci sono aziende siciliane che possono e vogliono lavorare lì. La nostra esternalizzazione sono la Libia e la Tunisia non l'Est europeo".
"Un secondo punto che ho fatto presente è quello delle autostrade siciliane - aggiunge Lombardo - infine c'é il punto dei Fas. Aspettiamo ancora il decreto di assegnazione dei 4,313 miliardi dei Fondi Fas che ci spettano".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati