Gestivano rifiuti speciali pericolosi, 4 arresti a Messina

Nel corso degli accertamenti è emerso che gli scarti delle lavorazioni confluivano, tramite lo scarico di rifiuti industriali, direttamente nelle strade della città

MESSINA. Con l'accusa di gestione di rifiuti speciali pericolosi senza alcuna autorizzazione i carabinieri hanno arrestato a Messina quattro persone. Sono Giorgio Santoro, di 51 anni, Rosario Santoro, di 18, Luigi di Dio, di 28 e Rosario Aloisi, di 30.
I militari li hanno scoperti all'interno di un capannone dove avveniva lo smaltimento dei rifiuti mediante la combustioni di parti meccaniche con lo scopo di separarne i vari elmenti. Nel corso degli accertamenti è emerso che gli scarti delle lavorazioni confluivano, tramite lo scarico di rifiuti industriali, direttamente nelle strade a Messina.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati