Scuola, caos alle convocazioni: la Digos interviene a Palermo

Durante lo scorrimento delle liste per l'immissione in ruolo del personale Ata, un collaboratore scolastico ha ribaltato un tavolo

PALERMO. Tensione all'ufficio provinciale scolastico di Palermo, dov' è intervenuta la polizia per calmare un precario che durante le convocazioni dei collaboratori scolastici ha ribaltato un tavolo. Filippo La Spisa, 51 anni, è stato allontanato da alcuni colleghi e dagli agenti della Digos.
"Sono disperato" ha urlato il precario, mentre altri lavoratori inveivano contro il dirigente scolastico. L'uomo ha lavorato per tre anni e mezzo come bidello in due scuole palermitane.
"Sono vincitore di concorso - dice il precario - e adesso mi buttano in mezzo a una strada. Ho 4 figli e non so dove trovare soldi per farli mangiare".
"Ormai - aggiunge l'uomo - a Palermo lavorano soltanto drogati, ex detenuti ed ex alcolizzati, sono questi i titoli di studio che richiedono".       
Non so cosa fare - continua - mi vergogno di guardare i miei figli, non so cosa offrirgli, resto qui a protestare. Ma non vedo soluzioni, l'unica alternativa che mi resta è il suicidio".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati