Rientro dalle vacanze, i consigli per ritrovare la forma perfetta

Dopo l’assalto alle spiagge è l’ora dell’invasione di palestre e studi medici. Gli esperti: "Ritornare al tradizionale stile di vita è già un buon modo per cominciare"

PALERMO. Feste sulla spiaggia e cocktail super glamour sono ormai solo un ricordo. Settembre è arrivato e, con i bagordi dell’estate che tornano nel cassetto, diventa quanto mai necessario rimettersi in forma. Così, dopo l’assalto alle spiagge è l’ora dell’invasione delle palestre, dei centri estetici e degli studi di dietologi e nutrizionisti. Uomini e donne vanno a caccia della forma perfetta, o almeno di quella che avevano prima delle vacanze. “Durante il periodo estivo – esordisce Marcello Traina, professore ordinario della facoltà di Scienze motorie dell’Università di Palermo – attività fisica e corretta alimentazione vengono spesso trascurate e si finisce col trasgredire il tradizionale stile di vita”. Happy hour, pizze fuori programma e dolci diventano, infatti, i veri protagonisti delle vacanze, e i chili di troppo il tormento del post-relax: “Il rientro è sempre difficile – dice Iolanda Purtese, mentre si allena in palestra per tornare in forma – ma è necessario tornare quanto prima ai ritmi di sempre, per apparire al meglio sul posto di lavoro e sentirsi bene con se stessi. La cosa peggiore – conclude – è non rientrare nei jeans preferiti e superaderenti”. E la paura dei chili di troppo, dei centimetri in più sui fianchi o all’altezza del girovita, colpisce indistintamente sia gli uomini che le donne: “Dall’ultima settimana di agosto le palestre ricominciano ad affollarsi – spiega l’istruttore di fitness Andrea Cimino, che ha alle spalle una carriera lunga 16 anni –. Gli adulti preferiscono venire nelle prime ore della mattina o durante la pausa pranzo, quando cioè sono liberi da lavoro. Ma comunque non rinunciano all’allenamento quasi giornaliero. Se per i più grandi è un modo per stare bene e sentirsi in forma, per molte donne allenarsi è un fattore puramente estetico”. E proprio sull’attività da svolgere, tutti concordano nel dire che la ripartenza deve essere progressiva: “Alla ripresa dopo un periodo di inattività – sottolinea il professore Marcello Traina –, occorre iniziare l’attività fisica con gradualità, preferendo esercizi a basso dispendio energetico, che ci consentano di preparare l’organismo ad attività più intense”. Per questo, soprattutto nel caso di chi ha uno stile di vita generalmente sedentario, prima di cominciare ad allenarsi è indicato “sottoporsi ad un check-up medico che comprenda anche l’elettrocardiogramma di controllo”, aggiunge Andrea Cimino. Un fattore fondamentale appare, però, anche quello psicologico. “Abituarsi ai ritmi di sempre è la parte più difficile – confessa Serena Ciaramitaro –. In estate quasi si perdono i freni inibitori e ci si sente autorizzati a fare ciò che si vuole. Con l’arrivo dell’inverno, invece, ritorna quel senso di soffocamento e adattarsi è davvero dura”. “L’aspetto psicologico è fondamentale per riuscire a ristabilire i parametri di vita usuali – spiega Marcello Traina – e per ottenere i migliori risultati sulla quantità di benessere”. E per le donne le cose si complicano di più quando devono riuscire a ritagliarsi del tempo libero tra il lavoro e la famiglia, o per il semplice fatto che i risultati dello sforzo fisico tendono a vedersi meno: “Nonostante le donne siano generalmente più decise – dichiara Renata Lanzino, dietologa dell’ospedale Civico – è anche vero che si sottopongono a diete sin da quando sono ragazze. E un in un corpo che dimagrisce e ingrassa continuamente, queste finiscono con il perdere la loro efficacia. Per gli uomini invece – assicura infine il medico – la perdita dei chili è più visibile ed immediata, proprio perché non sono così condizionati dall’estetica”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati