Mafia, interrogatorio a Novara per Falsone

L'ex capo di Cosa nostra agrigentina sarà sentito il 10 settembre. Dovrà rispondere delle contestazioni mosse nell'ambito dell'operazione "Apocalisse" che ipotizza investimenti occulti

AGRIGENTO. L'ex capo di Cosa nostra agrigentina, Giuseppe Falsone, sarà sottoposto il 10 settembre ad interrogatorio di garanzia nel carcere di massima sicurezza di Novara, dove si trova dopo il trasferimento da Milano.
Falsone, difeso dall'avvocato Giovanni Castronovo, dinanzi al Gip di Palermo, Silvana Saguto, dovrà rispondere delle contestazioni mossegli nell'ambito dell'operazione "Apocalisse" che ipotizza investimenti occulti di Falsone in attività economiche come imprese di trasformazione di frutta e verdura, la catena commerciale Eurospin e la discarica subcomprensoriale di Campobello di Licata, sua città d'origine.
Un servizio nell'edizione di Agrigento del Giornale di Sicilia in edicola oggi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati