Catania, congela il corpo della prozia: disposto l'arresto

CATANIA. Il Gip di Catania, Oscar Biondi, ha emesso un'ordinanza di custodia cautelare in carcere per Gaetano Adragna, il tecnico informatico di 43 anni che ha nascosto per circa un anno il cadavere di una prozia, Annita Bonnici, morta a 95 anni, continuando a incassare la pensione della donna, che era vedova di un generale.     
Lo stesso giudice, ieri, dopo l'interrogatorio di garanzia, ne aveva convalidato il fermo per abbandono di incapace, con l'aggravante della morte, eseguito dalla squadra mobile, coordinata dal sostituto procuratore Lucio Setola.      
I legali dell'indagato, gli avvocati Emiliano Cinquerui e Nicola Barbera, hanno annunciato che presenteranno una richiesta per una perizia psicologia su Adragna che, un anno fa, fu vittima di un incidente automobilistico, rimanendo per alcune settimane in coma.     
Il medico legale Fabrizio Vanaria non ha ancora potuto eseguire l'autopsia.  L'esecuzione dell'esame autoptico dipenderà dallo stato di congelamento del cadavere che, conservato a una temperatura di circa -20 gradi centigradi, ha bisogno prima di un lento "scongelamento''.   

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati