Alcamo, fondò gruppo antiracket: in manette per una rapina

Francesco Ruisi, 37 anni, è accusato di aver fatto un colpo in banca a Prato due anni fa

TRAPANI. La comparazione delle impronte digitali non lascia dubbi agli inquirenti, che lo accusano, in base a recenti dichiarazioni di un suo complice, di aver compiuto una rapina in banca a Prato, in Toscana, esattamente due anni fa. Si tratta di Francesco Ruisi, 37 anni, di Alcamo. Non un "rapinatore" qualsiasi, ma una figura importante nella zona: l'uomo infatti risulta tra i soci fondatori dell'associazione antiracket e antiusura alcamese (costituita nel 2004 e scioltasi appena tre mesi fa), oltre a scolgere attività locali per il patronato locale e nel settore dell'edilizia. Ruisi sarebbe stato incastrato dalla testimonianza del complice, Emilio Greco, anch'egli alcamese. L'articolo completo nell'edizione cartacea del Giornale di Sicilia in edicola oggi, 4 settembre 2010

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati