Sicilia, Cultura

Opere esposte di notte a Palazzo Abatellis

Evento organizzato dall'assessorato ai Beni culturali per il 14 e il 15 settembre al museo regionale di Palermo. In mostra capolavori archeologici

PALERMO. Si chiama "Notte preziosa" l'eccezionale evento organizzato dall'assessorato dei Beni Culturali e dell'Identità siciliana, il 14 e 15 settembre a Palermo al museo regionale di Palazzo Abatellis.    
Protagonista l'esposizione straordinaria di alcuni capolavori di grande valore culturale ed archeologico. Una vera e propria "festa" per celebrare il rientro di importanti reperti in Sicilia.    
Per due giorni verranno presentati, prima del definitivo rientro nei musei del territorio di provenienza: il tesoretto di 173 dinari d'argento databili al I-II secolo d.C. provenienti dall'Acropoli di Pantelleria e un rarissimo cratere del VII secolo a.C., proveniente da Gela, recuperato di recente in Svizzera dal comando carabinieri tutela patrimonio artistico di Roma nell'ambito dell'operazione "Andromeda". L'esemplare, di cospicue dimensioni (alto 47 centimetri e dal diametro di 41 centimetri) e decorazione a figure nere con sfingi e danzatori, presenta anse con teste di gorgoni ed è attribuito al Pittore della Caccia.    
Già esposto, con altri reperti recuperati, all'interno del Colosseo nello scorso luglio, verrà restituito nei prossimi giorni dal Mibac.    
La celeberrima Phiale Aurea, di ritorno dal successo di Shangai, completerà l'esposizione, che consentirà alla collettività, dalle 20 fino a mezzanotte, di sostare negli spazi museali, con un 'happy hour' dedicato e di "salutare" gli eccezionali esemplari prima del ritorno a Pantelleria, Gela ed Himera.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati