Lampedusa, piccolo di squalo bianco nel Canale di Sicilia

ROMA. Pesca eccezionale a Lampedusa: i ricercatori dell'Ispra, impegnati dall'inizio dell'anno a raccogliere dati sulla biodiversità marina nel Canale di Sicilia, si son visti consegnare da un pescatore una femmina di squalo bianco, di appena 1.6 metri di lunghezza, catturata con una rete a strascico.    
"Questo giovane squalo bianco - ha detto Simonepietro Canese, responsabile del programma di ricerca 'Biodiversita' marina del Canale di Sicilià - evidenzia l'importanza scientifica dell'avvenimento: l'esemplare ha sicuramente meno di due mesi di vita ed il suo ritrovamento supporta l'ipotesi che il Canale di Sicilia, un tratto di mare con valori di biodiversità marina straordinari, costituisca un'area chiave per la riproduzione di questa specie protetta".    
Lo squalo bianco è una delle specie di squali più a rischio di estinzione. Viene monitorata in tutti i mari del pianeta. E' stata drasticamente ridotta nel Mediterraneo a causa della pesca. Questa specie, che può raggiungere anche i 7 metri di lunghezza, sembra aver scelto il mare di Sicilia per venire a riprodursi. L'alto livello di biodiversità presente in questo tratto di mare, ha portato negli anni - e sin dal secolo scorso - a registrare altre segnalazioni di numerose specie di squali anche molto rare, ma trovarne uno appena nato sembra essere una conferma a tutte le ipotesi circa le condizioni favorevoli al loro ciclo vitale nel Canale di Sicilia.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati