Sovrintendenze e musei, turn over alla Regione

Adele Mormino potrebbe lasciare Palermo, al suo posto in corsa Sebastiano Tusa. Vera Greco a Ragusa. Conferma di Sergio Alessandro a Palazzo Riso

PALERMO. L’unico nome certo è quello di Vera Greco. Su di lei Raffaele Lombardo non ha avuto dubbi e così l’ex sovrintendente di Ragusa è stata scelta per guidare la delicata Sovrintendenza catanese.
Fra le poche certezze c’è la conferma di Sergio Alessandro a Palazzo Riso di Palermo, la promozione di Francesco Vergara al centro del Catalogo e il trasferimento di Mariella Muti dalla sovrintendenza di Siracusa al museo di Palazzo Bellomo.
Per Giuseppe Gini possibile un passaggio dalla sovrintendenza di Trapani a quella del Mare. Concetta Ciurcina, che guidava il museo archeologico Paolo Orsi, dovrebbe essere promossa a sovrintendente di Siracusa. Altra promozione quasi certa è quella di Giuseppe Castellana dal museo archeologico di Agrigento alla sovrintendenza della città dei templi. Dovrebbe essere certa anche la retrocessione di due dirigenti storici palermitani: Adele Mormino, ex sovrintendente, indicata come nuovo dirigente del centro di restauro mentre Giulia Davì dovrebbe passare da Palazzo Abatellis alla Biblioteca regionale.
Sebastiano Tusa (oggi alla sovrintendenza del Mare) era in pole position per assumere il ruolo di sovrintendente.
I dettagli nella pagine del Giornale di Sicilia in edicola oggi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati