Enna, il Tar sospende la revoca del consigliere provinciale

ENNA. Il Tar di Catania ha sospeso la nota dell'assessorato regionale agli Enti locali che intimava al Consiglio provinciale di Enna di riunirsi e revocare l'eleggibilità di Giuseppe Castoro, consigliere del Pd, che fu coinvolto nell'operazione antimafia Leopardo.    
Castoro, che il pentito Leonardo Messina aveva definito uomo d'onore, fu assolto in primo grado, condannato a sei anni in appello ma la sentenza fu annullata in Cassazione senza rinvio. Il Tar ha sospsso anche l'ordine del giorno del Consiglio provinciale che domani avrebbe dovuto decidere sulla richiesta dell'assessorato agli Enti locali.    
Il caso di Castoro era venuto alla ribalta qualche mese fa, quando nelle file del Pd era emerso il suo nome tra i possibili candidati a sindaci di Valguarnera. Dopo l'intervento della prefettura, Castoro rinunciò alla candidatura. A giugno, a scrutinio segreto, il Consiglio provinciale ha votato a favore della candidabilità di Castoro, prima che l'assessorato regionale intimasse all'assemblea di estromettere il consigliere. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati