Palermo, sportello antiracket in bene sequestrato a Provenzano

PALERMO. Un ampio locale di quasi 400 metri quadri su due piani in via Principe di Belmonte, nel cuore di Palermo, sequestrato ad un prestanome di Bernardo Provenzano, è stato acquisito dalla Provincia che lo utilizzerà come sportello anti racket e anti usura. Una tavola rotonda sul tema
"Impresa legale, Patrimonio sociale" si è svolta questa mattina per presentare l'iniziativa in ricordo di Libero Grassi, di cui ieri si è commemorato l'anniversario dell'uccisione. Alla manifestazione era presente anche la vedova, Pina Maisano.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati