Palermo, scade il sussidio per oltre 3 mila ex Pip

Per quattro mesi hanno percepito 620 euro più gli assegni familiari, senza svolgere alcun tipo di lavoro. Pronti 22 progetti che garantiranno un posto a 538 di loro

PALERMO. Fanno il conto alla rovescia i 3.256 ex Pip di Palermo. Fra cinque giorni scadrà il sussidio di quattro mesi garantito dalla Finanziaria regionale e, al momento, soltanto per 538 di loro si intravede una possibilità di rimpiego.
Con la legge 11 approvata dall’Ars il 12 maggio scorso, il controllo dei lavoratori ex Pip è passato dal Comune alla Regione, con il risultato che servizi come la pulizia o la sorveglianza delle scuole e delle spiagge sono stati sospesi. Inoltre, alle oltre tremila persone rimaste senza un incarico è stato assicurato per quattro mesi un sussidio di 620 euro più gli assegni familiari.
Adesso, l'unica speranza sembrano rimanere i progetti per il rimpiego di questi lavoratori: al momento sono 22 e garantiranno un posto a 538 persone.

Maggiori dettagli si possono leggere nell’articolo a firma di Alessandra Turrisi pubblicato sulle pagine del Giornale di Sicilia in edicola oggi, giovedì 26 agosto 2010.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati