Lo studio: in tandem si lavora meglio

Un gruppo di psicologi ha svolto una serie di test: in coppia si ottengono risultati migliori che da soli

ROMA. Il tandem funziona, ovvero in coppia si lavora meglio e si massimizzano i risultati: infatti se due individui si mettono alla risoluzione di uno stesso problema, insieme arriveranno a una soluzione migliore di quella cui ciascuno per conto proprio può arrivare. Lo rivela uno studio coordinato da Chris Frith della University College di Londra pubblicato sulla rivista Science. Gli esperti hanno condotto una serie di esperimenti in cui coppie di volontari dovevano risolvere dei test e giungere, discutendone insieme, a un risultato comune. Lo stesso test veniva eseguito individualmente dai volontari che poi, però, in coppia, dovevano mettere insieme i propri risultati e giungere a un risultato comune.   
In un esperimento, per esempio, i volontari dovevano individuare un debole segnale luminoso sullo schermo di un pc e localizzarlo. Ebbene è emerso che il tandem funziona meglio delle singole teste, cioé in coppia gli errori dell'uno e dell'altro sono reciprocamente risolti e si arriva a un risultato comune che è migliore del risultato dei singoli, anche di coloro che presi singolarmente sono bravissimi. Non così, però, se uno dei due nella coppia è impedito a rispondere bene al test: in questo caso la sua risposta totalmente sbagliata nuocerà al risultato finale della coppia.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati