Delusione Samp, Garrone: "Che peccato"

Il presidente amareggiato dopo la beffa dell'eliminazione dalla Champions League: "Bravi i ragazzi, ci hanno messo il cuore"

GENOVA. E' un vero peccato - ha detto a caldo il presidente blucerchiato Riccardo Garrone -, ci meritavamo la qualificazione e mi dispiace molto per come è andata. Ma dobbiamo saper accettare la sconfitta. Abbiamo giocato un primo tempo fantastico, segnando dei gol bellissimi. E' stata una grandissima delusione ma i ragazzi ci hanno messo il cuore e la passione come i tifosi, fantastici".  Il numero uno della Sampdoria ha poi parlato di alcuni singoli. "Vorrei segnalare la prestazione straordinaria di Volta, devo dire che da quando sono presidente questa è sicuramente la squadra più forte e lo ha dimostrato questa sera. Cassano? Non è stato il Cassano che tutti vogliamo che sia, comunque meglio dell'andata".    

Applaude i suoi giocatori Mimmo Di Carlo. "Abbiamo giocato una grande partita, questa sera abbiamo ritrovato lo spirito Samp, quello che ha permesso a questa squadra di arrivare quarta nell'ultimo campionato. Abbiamo commesso due errori che ci sono costati la qualificazione. Probabilmente sul 3-0 pensavamo che fosse fatta ed invece...".  A scombussolare i piani del tecnico di Cassino sicuramente l'infortunio di Tissone. "Mi dispiace per Tissone ma il suo cambio l'abbiamo pagato nel primo tempo supplementare. La partita l'avevamo preparata nel modo giusto ed era andato tutto bene, quel gol al 92' ci è costato carissimo. Adesso dobbiamo guardare avanti e dobbiamo ripartire ci sono tante competizioni: campionato, Europa League e Coppa Italia. Ma ripeto, abbiamo ritrovato lo spirito Samp e questo ci dà fiducia per i prosieguo per tutte le competizioni che dobbiamo affrontare".    


Anche il direttore generale Sergio Gasparin non riesce a capacitarsi di come è finita la gara. "Una delle eliminazioni più ingiuste. Abbiamo vinto e invece siamo fuori. Ho visto i giocatori e sono distrutti ma questa sera abbiamo dimostrato di avere un bel gruppo. Lo ribadisco la più ingiusta delle eliminazioni. I soldi? era la cosa che ci preoccupava di meno".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati