La fiocina si incastra negli scogli, muore sub di 13 anni a Catania

Il giovane stava effettuando una battuta di pesca nel lungomare Ognina. E’ morto durante i soccorsi

CATANIA. Il corpo di un ragazzo è stato recuperato da personale della capitaneria di porto di Catania nel porticciolo Rossi di Catania. Sarebbe quello di un tredicenne morto annegato mentre stava effettuando una battuta di pesca subacquea nel lungomare Ognina.   
Secondo i primi accertamenti eseguiti dalla polizia, il ragazzo avrebbe sparato un colpo con il suo fucile, che aveva legato a una gamba con una corda resistente, una sagola, e la fiocina si sarebbe incastrata negli scogli del fondale impedendogli di risalire. Il minorenne si era immerso senza portare con sé un coltello che gli sarebbe servito per recidere la corda. A soccorrere il tredicenne è stata una motovedetta della Capitaneria di porto: militari si sono tuffati in mare e hanno tagliato la sagola. Soccorsi sono stati prestati anche da personale della sezione 'volanti' della polizia di Stato. Quando il ragazzo è riemerso sorretto dai soccorritori era ancora vivo. Il tredicenne è morto però subito dopo nonostante i ripetuti tentativi di rianimarlo compiuti da personale del 118 accorso tempestivamente sul posto. Sull'accaduto è stata aperta un'inchiesta conoscitiva da parte della Procura della Repubblica di Catania.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati