Cimino: "Bilancio regionale penalizzato dalla manovra del governo"

L'assessore regionale all'Economia sta predisponendo il disegno di legge per il documento finanziario per l'anno 2011: "Trasferimenti in meno per 500 milioni"

PALERMO. L'assessorato regionale all'Economia sta predisponendo il disegno di legge di bilancio per l'anno 2011 e per il triennio 2011/2013 che sarà "penalizzato dalla manovra economica del governo nazionale". Una circolare ai vari rami dell'amministrazione già anticipa i contenuti di quel che dovrà essere il provvedimento che si colloca in un contesto dei conti pubblici regionali caratterizzato dagli effetti delle politiche di contenimento della spesa adottate negli scorsi  esercizi, attestati dai risultati differenziali registrati con il rendiconto 2009. Infatti, l'andamento della gestione 2009 è stato positivamente influenzato dagli effetti della norma che, come è noto, ha operato il blocco della spesa per circa 700 milioni di euro per non compromettere l'equilibrio finanziario della Regione.    
"Va evidenziato - afferma il vicepresidente della Regione siciliana con delega all'Economia, Michele Cimino - che la situazione finanziaria della Regione continua ad essere strutturalmente caratterizzata da una spesa consolidata difficilmente comprimibile e da insufficienti risorse finanziarie, fattori questi che hanno reso complessa e difficile l'approvazione dei documenti finanziari per il corrente esercizio finanziario, cioé bilancio di previsione e legge finanziaria".    
"Per completare il quadro di riferimento - prosegue Cimino - é doveroso un richiamo agli effetti della manovra economica emanata nel mese di maggio dal governo nazionale". Per Cimino: "Tale manovra comporta minori trasferimenti diretti da parte dello Stato, la riduzione delle entrate tributarie ed un più oneroso concorso al raggiungimento degli obiettivi di finanza pubblica determinato, complessivamente per tutte le Regioni a statuto speciale, in 500 milioni di euro per il 2011 e in 1.000 milioni di euro per il 2012, ed il cui impatto sul bilancio della Regione siciliana è stimabile, in termini di maggiori oneri, in circa 200 milioni di euro, per l'esercizio finanziario 2011, ed in circa 400 milioni per l'esercizio finanziario 2012".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati