Palermo, al via il vertice del comitato per la sicurezza

In prefettura la riunione presieduta dal ministro dell'Interno Roberto Maroni. A Corleone la cerimonia di inaugurazione della 'Bottega dei saperi e dei sapori' in un immobile confiscato a Provenzano

PALERMO. Si è svolta presso la prefettura di Palermo la riunione del Comitato nazionale per l'ordine e la sicurezza pubblica presieduto dal ministro dell'Interno Roberto Maroni. Presenti i vertici delle forze di polizia, i direttori dei Servizi, il procuratore nazionale antimafia e il direttore dell'Agenzia per i beni confiscati e sequestrati.
Alla riunione hanno preso parte anche il ministro della Giustizia Angelino Alfano, il sottosegretario alla Presidenza del consiglio Gianni Letta, il sottosegretario all'Interno, Alfredo Mantovano e il presidente della Commissione affari costituzionali del Senato, Carlo Vizzini.
"Risultati molto significativi" sono stati conseguiti nella lotta alla criminalità da parte del governo Berlusconi, con la riduzione del numero dei reati. E' quanto ha affermato il ministro dell'Interno, Roberto Maroni, al termine della riunione. "In media - ha aggiunto - sono stati catturati otto mafiosi al giorno e un superlatitante al mese".  In particolare tra il maggio del 2008 e il 31 luglio del 2010 sono stati 6433 i mafiosi catturati.

Successivamente, a Corleone, ci sarà la cerimonia di inaugurazione della 'Bottega dei saperi e dei sapori' in un immobile confiscato alla famiglia Provenzano.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati